BEGNINI, Roberto & CERAMI, Vincenzo - La vita è bella

Questo libro è la sceneggiatura, ricca come un racconto, del film scritto da Roberto Benigni e Vincenzo Cerami, "La vita è bella". Una storia che, come afferma lo stesso Benigni, "fin dal primo momento mi ha fatto battere molto forte il cuore... Perché la vita è bella, e anche nell'orrore c'è il germe della speranza, c'è qualcosa che resiste a tutto, a ogni distruzione... Il film è un inno al fatto che siamo condannati poeticamente ad amare la vita per forza: perché la vita è bella."

Nato a Manciano Misericordia, in provincia di Arezzo, 1952.
Ottiene una certa notorietà nel mondo dello spettacolo verso la metà degli anni '7O, recitando divertenti e trasgressivi monologhi (in teatro con "Cioni Mario fu Gaspare di Giulia", scritto con Giuseppe Bertolucci; in televisione con "Onda libera"): l'esordio come attore cinematografico, datato 1977, è "Berlinguer, ti voglio bene" di Giuseppe Bertolucci, dove viene ripreso - nelle situazioni come nel linguaggio - il personaggio già da lui portato alla ribalta. Dopo il grande successo avuto nella trasmissione televisiva "L'altra domenica" di Renzo Arbore, egli recita in diverse pellicole, tra cui il bellissimo "Chiedo asilo" (1979) ed il bizzarro "Il minestrone (1981).
Il suo debutto dietro alla macchina da presa risale al 1983 col film ad episodi "Tu mi turbi" (1983); successivamente, mentre prosegue la sua carriera di interprete con titoli di notevole livello - su tutti, "La voce della luna" (1990) di Federico Fellini, ma vanno anche segnalati "Daunbailò" (1986) di Jim Jarmusch ed "Il figlio della pantera rosa" (1993) di Blake Edwards, oltre a N"on ci resta che pianger"e (1984), anche diretto assieme a Massimo Troisi - egli inaugura con "Il piccolo diavol"o (1988) una fortunata collaborazione con lo sceneggiatore Vincenzo Cerami: tutti i film in seguito da lui diretti sono firmati dai due, ed ognuno risulta campione d'incasso nella rispettiva stagione. Pur con esiti artisticamente diseguali, il divertente "Johnny Stecchino" (1991) ed il meno riuscito "Il mostro" (1994) fanno assurgere Benigni ad una straordinaria popolarità; il successivo "La vita è bella" (1997) si guadagna - oltre al consueto, strepitoso successo di pubblico - numerosi riconoscimenti internazionali, tra cui il Gran Premio della Giuria al 51º Festival di Cannes (1998) e ben tre Oscar (miglior attore, film straniero, musica).
Nel 1999 è tra gli interpreti del film "Asterix e Obelix contro Cesare" del regista Claude Zidi, insieme a Christian Clavier, Gerard Depardieu, Vittorio Gassman e Laetitia Casta. Nel 2002 Roberto Benigni torna alla ribalta con il film "Pinocchio", nel duplice ruolo di attore e regista. A distanza di tre anni nel ruolo di attore, regista e sceneggiatore, Roberto Benigni presenta "La tigre e la neve", romantica storia d'amore e di umanità tra il poeta Attilio De Giovanni e la bella Vittoria (Nicoletta Braschi). Con l'esuberanza che caratterizza quasi tutti i personaggi di Benigni, anche Attilio non manca di cacciarsi nelle situazioni più comiche e assurde che lo conducono in una terra lontana sconvolta dalla guerra: l'Irak di Saddam all'inizio della guerra con gli americani. Nel 2006 ha debuttato in Piazza Santa Croce a Firenze con il suo spettacolo "Tutto Dante".

>> Revenir aux livres


PROCHAINE RENTREE 2019/2020

Inscriptions
Du 16 septembre
au 2 octobre

Les lundi, mardi et mercredi de 14h30 à 18h30

Début des cours
le 7 octobre 2019



FORMATION PROFESSIONNELLE


référencée
DATA-DOCK

Anticipez votre demande de prise en charge auprès de votre OPCA car les délais de réponse varient entre 4 et 8 semaines


NOUVEAU


COURS INTENSIFS D'ÉTÉ

Cours individuels, collectifs et spécialisés.
Voir la page correspondante